Ugo Lo Pinto è un Fotografo e Direttore della Fotografia di origini lucane. Inizia la sua avventura nel mondo della fotografia fin dall’adolescenza, seguendo le orme del padre.
Dopo gli studi di Ingegneria Meccanica (Federico II - Napoli),  frequenta i corsi professionali di Fotografia Pubblicitaria e Moda presso la John Kaverdash school di Milano.

Perfeziona i suoi studi frequentando, a Roma, la Nuova Università di Cinema e Televisione fondata da Pasqualino de Santis, nel cui direttivo  figurano i nomi di rilevanza mondiale, tra cui Michelangelo Antonioni, che firma il suo Attestato di Direttore della Fotografia.
Inizia a frequentare i set cinematografici dapprima come macchinista, assistente operatore e in seguito operatore di macchina ed operatore steadicam per i suoi maestri: Pino Pinori, Maurizo Calvesi, Tarek Ben Abdallah, Sergio Salvati, Roberto Forges Davanzati.

A completare la sua crescita artistica è la conoscenza di Luciano Emmer, inventore del cosiddetto Neorealismo rosa e regista di spicco della Nouvelle Vague, che lo seguirà per tutti i suoi ultimi lavori: “Viaggio ai confini dell’Arte” , “Le flame del paradis”, “Piranesi: le carceri d’invenzione”, “Goya: la paz y la guerra”, “La Musa pensosa”,” Viaggio notturno attraverso le mie stanze”, “Raffaello”.
Realizza, come direttore della fotografia, numerosi documentari tra cui si sottolineano :  “Monk with a camera” di Guido Santi e Tina Mascara (Asphalt Stars Productions – Los Angeles) selezionato agli Oscars del 2015, Barbiana ’65 la lezione di Don Milani di A. D’Alessandro (presentato alla mostra di Venezia 2017 e finalista ai Nastri D’argento) ; “The Family Whistle” documentario sulla Famiglia Coppola.

Numerosi sono anche i lungometraggi. “Krokodyle” di S. Bessoni , è il miglior film per il Puerto Rico Horror film festival e menzione SILVER MÉLIÈS al SITGES di Barcellona.
“Per Sofia” di I. Paganelli è selezionato a numerosi festival tra i quali : Miami, Shangai, Phuket. “Crew 2 Crew” della New Pandora Film, è distribuito in USA, Germania, Francia.

Tra le esperienze televisive più importanti si evidenziano: “La tredicesima ora “ di Carlo Lucarelli – Rai 3, “Amore criminale “ di Maurizio Iannelli e Matilde D’Errico – Rai 3,“Das Jesus Foto”, “Il Cardinale Marini”  (A.R.D. -  Tellux film di Monaco), “Fuori di gusto” - La7.
 
Nell’ambito degli spot e video clip musicali, tra si sottolineano: “Stato di emergenza” dei 99 POSSE, “Cattivi maestri” degli Aeguana Way, operatore steadycam per “Buoni o cattivi” di Vasco Rossi; spot Suzuki swift ;  “Shaking girl”: video arte di Italo Ruffi.
La sua continua sperimentazione lo porta a collaborare con la società di effetti speciali UNITA’ C1 per la realizzazione di scenografie video per le opere liriche del Maestro Pieralli, tra cui: ALEXANDR NEVSKIJ, LE METAMORFOSI DI KAFKA , ADELAIDE DI BORGOGNA.

Nel 2013 entra a far parte del corpo docenti della Ecole de la Citè di Luc Besson a Parigi (Saint Denis).
Continua tutt’ora interventi teorico-pratici presso alcune scuole di cinema, tra le quali la Pigrecoemme di Napoli; Dipartimento di Antropologia Visuale - Università di Copenhagen.

Nel Giugno 2014 partecipa, con la sua opera fotografica “GENERAZIONI”, alla Triennale di Arti Visive di Roma a cura di Daniele Radini TEDESCHI con Achille Bonito OLIVA.

Attualmente è impegnato su vari progetti, tra cui un film storico, co-produzione Francia-Algeria-Tunisia,  sul personaggio Larbi Ben M’Hidì – figura centrale della Battaglia di Algeri; HELIOPOLIS un film di Gacem Djaffar – prodArt film Alger; UN AMOUR A LA CASBAH film di Belkacem Hadjadj.